Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

Seguici sui Canali Social

La gestione delle carriere

Immagine
La carriera è un percorso legato ad un ambiente lavorativo attraverso il quale si raggiungono posizioni di sempre maggiori responsabilità; "fare carriera", come generalmente si intende, non è assumere semplicemente il significato di ottenere un aumento di retribuzione  conseguente ad un più alto livello di inquadramento aziendale. Il concetto di carriera infatti, è strettamente correlato a quello di performance basato sulle capacità ed abilità acquisite e maturate nel tempo sia esse commerciai o professionali legate anche, sempre più frequentemente, alle differenti esperienze e ruoli ricoperti in aziende diverse con attenzione alle future proiezioni.   Nel tempo, c’è stato un progressivo abbandono delle vecchie logiche di gestione basate su criteri tradizionali a favore di sistemi centrati sulle competenze: infatti, si è passati da un focus su capacità tecnico-specifiche ad un focus sulle competenze individuali, dall’analisi della posizione all’analisi delle competenze, da si

Gli interessi nella scelta della professione

Immagine
In Italia quando si conclude un percorso formativo, sopratutto diploma o titolo di specializzazione professionale, l’approccio per la scelta di un successivo percorso di alta formazione oppure post per essere inseriti nel mercato del lavoro, prende in considerazione da una parte l’offerta da parte del mercato territoriale, ma dall'altra parte tornano protagonisti gli amici e la famiglia, inculcando le loro scelte nel nostro percorso.  Questo rende erroneo tutto il processo di orientamento, incluso il bilancio delle competenze. Pur vero che bisogna ascoltare le tendenze occupazionali del mercato, IT, Digital sono le figure più ricercate, se non vi è interesse e attitudine a ricoprire un ruolo, anche volendo strutturare “percorsi di allenamento”, si rischia di rovinare l’individuo per il resto della sua vita, ad es percorsi di laurea in medicina o ingegneria interrotti perché la persona si rende conto che non vi è nessun interesse  Ma allora se tutti abbiamo interesse per lo stesso s

Employee Advocacy: una sfida per il brand e le Risorse Umane

Immagine
Iniziamo da alcune considerazioni: il mondo è abitato da 7,7 miliardi di persone; tra queste, secondo la Global Digital Report 2020, 5,2 miliardi possiedono un cellulare, 4,5 miliardi usano quotidianamente internet e 3,8 miliardi sono attivi sui social. In Italia gli utenti sono 35 milioni che passano in media 2 ore al giorno sui social. Ogni connessione incentiva e fa crescere una rete di collegamenti che alimenta la catena di rapporti umani. I predetti dati mostrano in crescita costante il trend delle connessioni; andamento interessate anche per l’ampliamento del business. In che modo, dunque, le organizzazioni e le Risorse Umane in particolare, possono utilmente impiegare l’enorme quantità di connessioni? Da qualche anno nelle aziende si sta facendo strada l’ Employee Advocacy , che consiste nella pubblicazione, sui social media personali delle risorse interne, di contenuti riguardanti l’azienda per attirare l’interesse di nuovi clienti e per generare maggiore fiducia da parte d

Performance aziendali: i KPI

Immagine
Le imprese oggi operano in mercati sempre più dinamici ed altamente competitivi a seguito dei cambiamenti socio-culturali ed economici in atto da oltre un ventennio. Le aziende, soprattutto quelle operanti in contesti soggetti a veloci mutamenti, sono costrette, per non perdere competitività, a  concentrare le proprie energie sulle fasi della gestione, pianificazione e controllo  dei processi decisionali. L’imprenditore e/o il top management devono poter prendere decisioni rapidamente e queste devono essere efficaci: gli obiettivi fissati vanno monitorati, valutati e misurati apportando, dove necessario, gli opportuni correttivi. Ogni reparto o dipartimento ha degli obiettivi (esterni o interni) assegnati e diversificati tra loro ma, allineati per concorrere all’unisono al raggiungimento di un unico risultato comune, ovvero il conseguimento degli obiettivi aziendali. L’importanza della definizione degli obiettivi strategici di medio-lungo periodo rende necessaria l’adozione di str

Le Scelte di orientamento tra la personalità degli individui e l’ambiente psicologico

Immagine
Nella vita di ognuno sia per quanto riguarda la formazione che il lavoro, siamo soggetti ad una scelta orientativa continua.  Come dice la stessa parola orientare è sinonimo di “condurre” la persona verso una determinata scelta, quest’ultima dipende dalla personalità di ognuno di noi, dall'ambiente in cui cresciamo e dai nostri interessi innati Interessi e personalità molte volte vengono orientate per arrivare ad una scelta imposta, ad es il caso dei ragazzi diplomati, i quali forzatamente indirizzati verso un titolo di studio susseguente da conseguire senza fermasi un attimo nella fornitura di un’attività di coaching verso l’individuo, pertanto la personalità è il fulcro centrale nel percorso orientativo.  L’individuo in ambito lavorativo, si realizza attraverso scelte di orientamento, dettate dal quoziente intellettivo. Non siamo comparti stagni ma ognuno porta in dotazione con sé componenti psicologiche senza di cui l’orientamento non potrebbe esistere.  Le scelte in ogni campo

Dalla Comunicazione Interna alla Brand Reputation

Immagine
La comunicazione interna è uno scambio complesso di informazioni all’interno di un’organizzazione, utilizzata per trasmettere messaggi efficaci e aiutare i dipendenti a comprendere e condividere valori e strategie aziendali. Il compito di rendere dinamica e strategicamente efficace la comunicazione all’interno di un’Organizzazione viene sempre più frequentemente e prioritariamente affidato alla Funzione Risorse Umane in considerazione della necessità di assegnare a mani esperte e competenti l’ engagement dei collaboratori e disporre, quindi, di un ambiente di lavoro sano. Nelle organizzazioni, infatti, si sta diffondendo la consapevolezza che un collaboratore soddisfatto è il miglior divulgatore del brand aziendale. Alla qualità e all’efficacia dei flussi informativi interni viene, dunque, affidata la missione di mettere in rete e di valorizzare l’insieme di conoscenze e di esperienze sulle quali si fonda e si diffonde la cultura del know-how aziendale, con notevoli vantaggi per

Lettura del cedolino paga

Immagine
Una pillola video per introdurre alla lettura della busta paga direttamente dal mio canale youtube Per vedere il corso più dettagliato puoi guardare il videocorso direttamente dal canale youtube  Ti ringrazio di aver letto il mio blog e visto il video, spero sia stata un'esperienza piacevole.  Se sei interessato ad approfondimenti in materia di risorse umane ti consiglio di visitare la sezione HR Business, categoria libri. Viene aggiornata costantemente con libri che reputo utili a tutti, sia che già operino nel settore delle risorse umane sia a chi vuol avvicinarsi o è semplicemente incuriosito da questo mondo. Segui il link per andare direttamente alla pagina:  LIBRI Lasciami un feedback, attraverso una reazione o un commento, per me è uno stimolo a continuare ed a migliorare ed a te costa un attino. Grazie Pasquale De Luca Bossa

Costo del personale: composizione

Immagine
Il costo del personale in un’azienda è la somma complessiva di danaro che il datore di lavoro deve sostenere, in maniera diretta (al lavoratore) ed indiretta (obblighi di legge), per remunerare l’attività prestata dai lavoratori dipendenti. Tale onere è composto da varie voci di retribuzione , alcune delle quali sono più facilmente individuabili mentre per altre risulta più difficile la loro lettura: il complesso di tali oneri costituisce una categoria di costo rilevante per i bilanci ed i budget aziendali. Spesso si afferma, in modo un po' semplicistico, che la prestazione lavorativa del dipendente costa all’azienda il doppio della somma erogata allo stesso; in effetti però la determinazione del costo complessivo della prestazione lavorativa non è così agevole come si vuol far intendere con la “regola del doppio”. L’esatta quantificazione del costo del personale riveste invece una grande importanza per l’azienda poiché risulta essere una componente dei costi aziendali tra

Come creare un profilo Linkedin di successo

Immagine
Oggigiorno, vivendo in piena èra digitale, anche il modo di trovare lavoro è cambiato. Il centro per l'impiego e gli annunci sui giornali hanno lasciato spazio a piattaforme professionali riservate esclusivamente a chi cerca lavor o, come Monster, Indeed o Linkedin . Quest'ultimo è un social che connette le persone a livello professionale, permette principalmente di rintracciare e contattare privatamente figure apicali di varie realtà, farsi conoscere, inviare il proprio Cv in risposta ad annunci di lavoro e creare un profilo con le proprie esperienze e competenze. Proprio perchè utilizziamo questo social a livello professionale è importante avere il proprio profilo curato e aggiornato come se fosse un vero e proprio CV, perchè è la prima impressione che le aziende e i manager /recruiter hanno dei candidati quando applicano ad un'offerta lavorativa su Linkedin.   Spesso nella mia attività di head-hunter mi sono imbattuta in profili poco curati e non aggiorna