Seguici sui Canali Social

Intervista al Presidente regionale aidp lazio

Davide Maggio  David Trotti
Hr manager Presidente Regionale Aidp Lazio


“Mondo lavoro” 
Il lavoro visto dal presidente regionale aidp lazio : David Trotti 


Uomo di legge e poi uomo del lavoro, ha tracciato una linea ben precisa nella sua carriera professionale,
ha sempre visto il lavoro come opportunità per sé e per le risorse che ha gestito, facendo del  capitale
umano il centro del lavoro come risorsa e non come costo. 


Presidente, che cos’è AIDP?
AIDP è l’Associazione Italiana per la direzione del Personale che si occupa di sviluppare la cultura
delle risorse umane in Italia. Conta più di tremila soci in tutta Italia.
Nel Lazio è presente con un gruppo regionale, che ha referenti su quasi tutte le province della regione.
Attraverso convegni, incontri e dibattiti cerca di sviluppare e stimolare il confronto su quello che
è il capitale più importante delle nostre aziende: il capitale umano. 

Che ruolo vede nella proposta AIDP per le province? Perché Frosinone?
Il ruolo di AIDP nella provincia di Frosinone è lo stesso che a livello regionale: sviluppo della cultura
delle direzioni HR. Abbiamo dei referenti di indubbia professionalità e competenza. In particolare,
la tua presenza su un territorio che conosco bene, in quanto per molti anni ho fatto il direttore
del personale corporate di Mondo Convenienza ed ho avuto il privilegio di partecipare all’apertura
del punto vendita di Frosinone.
L’associazione mira ad attenzionare e stimolare un territorio che nelle mille difficoltà fa esprimere
eccellenze e persone significative. 

Parlare di lavoro oggi serve?
Il lavoro oggi è al centro dell’esistenza di persone e famiglie.
Supportare i direttori del personale ed i consulenti delle direzioni risorse umane, rappresenta
un modo per essere vicini ai territori e alle persone. Proporre idee, spiegare strumenti, chiarire concetti,
aiutare il legislatore attraverso l’esperienza di chi si “sporca le mani“ tutti i giorni con il capitale umano
è così importante che riteniamo sia indispensabile nel dibattito sociale.
Noi non parliamo di lavoro, permettetemi in maniera esagerata di dire: noi tutti i giorni facciamo il lavoro. 

In questo momento, prima della finanziaria, cosa può dirci?
Sono abituato a rispettare i ruoli di ogni organizzazione e quindi lo faccio anche per l’Italia.
Il legislatore regola le leggi ed il governo le propone e le attua. Dalla mia esperienza posso solo dire che
l’abbattimento del cuneo fiscale, lo sviluppo di strumenti agevolativi che aiutino la formazione e sviluppino
le competenze non può che essere un elemento qualificante dell’azione normativa, unitamente alla
semplificazione e chiarezza delle norme applicative. Abbiamo tantissime idee che non possono
essere contenute in questa breve intervista ma credo che questi tre elementi debbano trovare, o meglio
ancora per me, troveranno naturalmente la loro espressione normativa. Perché come diciamo tra di noi
“l’acqua trova sempre il suo percorso”. 

Ti ringrazio per l’intervista e diamo appuntamento a tutti alla prossima pagina di Mondo Lavoro.

Commenti