Seguici sui Canali Social

Eraclito: La comunicazione come Logos del change management

“Non c’è realtà permanente ad eccezione della realtà del cambiamento; la permanenza è un’illusione dei sensi”

Al cambiamento non sfugge nessuno!

Il cambiamento è la sostanza della nostra realtà ed in alcuni casi è voluto, in altri avviene inconsciamente o ci è imposto da eventi che non possiamo controllare, c’è chi lo teme e cerca di opporsi ad esso e chi, all’opposto, cerca di cavalcarlo.


Come per ogni individuo anche per le organizzazioni, piccole, medie e grandi, cambiare significa uscire dalla zona di comfort e scontrarsi con rischi, ostacoli e tensioni. Per affrontarli, il change management in azienda non può mancare!

La forma dell’essere è il divenire poiché ogni cosa si trasforma quindi, nulla è statico ma tutto è dinamico.

Questo dinamismo è il Logos (ragione) ossia la legge fondamentale, universale della realtà di tutte le cose.
Logos è un principio razionale quindi, riferibile all’attività del pensiero (Cartesio) ma, i pensieri si traducono in parole che qualcuno ascolta pertanto si apre al concetto di “dialogo”. Arrivare al concetto di “comunicazione” è un attimo difatti, il dialogo non è altro che il modello più rappresentativo della comunicazione.

Gestire il cambiamento in azienda significa introdurre nuovi processi in un’organizzazione o gestire persone che stanno vivendo un cambiamento quindi, possiamo affermare che per change management si intende proprio il coordinamento di un periodo di transizione che porta ad un cambiamento duraturo all’interno di una struttura.

I cambiamenti possono riguardare diversi ambiti aziendali: trasformazioni, innovazioni tecnologiche, nuove strategie, nuovi strumenti di lavoro o nuovi modelli organizzativi.

Esistono diversi modelli di gestione del cambiamento ad esempio, il modello PDCA conosciuto anche come ciclo di Deming, suddiviso in 4 fasi che formano un processo ciclico; la sequenza è: Plan - pianificazione, Do - implementare, Check - verifica e Act - azione.

Gestire il cambiamento implica sempre due importanti fattori: supportare il cambiamento, pianificandone il processo, e comprendere il suo effetto sulle organizzazioni e sugli individui.

La parte più delicata nei processi di change management riguarda proprio il coinvolgimento delle persone,  nessun processo di gestione del cambiamento in azienda può garantire un successo assoluto ma, comunicando efficacemente si possono ottenere enormi vantaggi infatti, comunicare in anticipo i benefici del cambiamento può fungere da viatico per motivare gli individui coinvolti, pianificare la comunicazione del cambiamento e gestirne la percezione agli occhi dei dipendenti e della comunità esterna, può beneficiare all’immagine aziendale inoltre, se i dipendenti sono preparati e coinvolti nel processo change management, risulteranno meno ansiosi e maggiormente collaborativi mantenendo alta la qualità del lavoro e facilitando le operazioni di change.

Oggi, più che mai, a seguito dell’emergenza Covid-19, bisogna lavorare verso il cambiamento come fenomeno culturale, solo in questo modo si potrà garantire la competitività al Paese ed alle aziende.
Perché questo cambiamento culturale possa prodursi è necessario quindi porre una sempre maggior enfasi sulla comunicazione.


Ti ringrazio di aver letto il mio blog, spero sia stata un'esperienza piacevole. Se sei interessato ad approfondimenti in materia di risorse umane ti consiglio di visitare la sezione HR Business, categoria libri. Viene aggiornata costantemente con libri che reputo utili a tutti, sia che già operino nel settore delle risorse umane sia a chi vuol avvicinarsi o è semplicemente incuriosito da questo mondo. Segui il link per andare direttamente alla pagina: LIBRI


Lasciami un feedback, attraverso una reazione o un commento, per me è uno stimolo a continuare ed a migliorare ed a te costa un attino. Grazie

Pasquale De Luca Bossa

Commenti